LA LENTEZZA PER SCOPRIRE IL TERRITORIO. SARACENA ADERISCE ALLA GIORNATA NAZIONALE DEI BORGHI AUTENTICI

La categoria

26/09/2019

L'amministrazione comunale di Saracena insieme ai giovani del Servizio Civile propone un ricco programma per far conoscere da vicino il borgo, il patrimonio agroalimentare e culturale.

Fruizione outdoor dei territori, conoscenza dei patrimoni locali e del saper fare nelle comunità, partecipazione alla vita attiva del borgo. Tutto con un ritmo lento da contrapporre alla freneticità del vivere quotidiano, perché la lentezza è prima di tutto un valore da riscoprire e gustare per conoscere ed incontrare da vicino un territorio.
E' lo stile della giornata nazionale dei Borghi autentici che domenica 29 Settembre vedrà coinvolto Saracena, cittadina del Pollino che insieme ad altri 40 borghi italiani, partecipa all'evento che vede in partnership l'associazione  Borghi Autentici d'Italia, insieme all'Associazione Comuni Virtuosi e all'Associazione Europea delle Vie Francigene.
L'amministrazione comunale di Saracena, guidata dal Sindaco Renzo Russo, insieme ai giovani del Servizio Civile comunale ha progettato un programma che punta alla valorizzazione del borgo e delle sue identità agroalimentari e culturali. Si parte al mattino con il raduno dei partecipanti alle ore 10.00 presso Piazza Mazziotti per poi proseguire in Piazza Scarano (ore 10.30) dove i partecipanti alla giornata assisteranno alle fasi salienti della produzione del Moscato di Saracena presidio Slow Food vera gemma vitivinicola calabrese con un disciplinare di produzione che si tramanda da secoli e lo rende un vino unico nel suo genere. Seguirà un aperitivo identitario curato dai giovani del Servizio Civile Comunale a base di alcuni dei capisaldi della tradizione culinaria saracenara.
Sempre nel centro storico alle ore 13:00 il pranzo a sacco sarà consumato in uno degli angoli più suggestivi dell'affascinante dedalo di viuzze e slarghi, oppure scegliere uno dei ristoranti cittadini convenzionati con la giornata.
Nel pomeriggio - alle ore 16:00 - la visita guidata al Palazzo Mastromarchi, alla Pinacoteca Andrea Alfano e alla Chiesa di Santa Maria del Gamio per ammirare l'allestimento dal titolo "Ritratti e paesaggi inediti della collezione d'arte di Saracena" e il museo d'arte Sacra.
L'iniziativa ricade nell'anno del turismo lento come «modo per valorizzare i territori italiani meno conosciuti dal turismo internazionale e rilanciarli in chiave sostenibile favorendo esperienze di viaggio innovative» ha spiegato il Sindaco Renzo Russo - «Su questo trend ci siamo riproposti di far guardare a Saracena come borgo autentico in cui gustare il ritmo lento di una comunità che fa della lentezza un valore strategico per calarsi in un contesto naturale, enogastronomico, culturale che ha saputo conservarsi e rilanciarsi nel tempo secondo una modalità che rimanda ai ritmi dell'anno innestandoli in un percorso che passa dalle sue colture, la tradizione, le feste religiose, la scoperta del territorio, la valorizzazione degli ecosistemi in un'ottica ecostenibile».

 

indietro

torna all'inizio del contenuto